UNA BUONA REPUTAZIONE CONDUCE AL SUCCESSO 
corner left-bottomcorner right-bottom

Consolida il tuo Brand, la tua azienda.

 

Afferma il tuo brand, consolida e difendi la tua reputazione online.

 

Noi di NEWLIFE crediamo che le migliori soluzioni nascano dall’ascolto e dalla continua collaborazione e comunicazione con il cliente; per questo partiamo sempre da chi sei tu, dal tuo progetto e dalle tue domande, con proposte efficaci basate su tecnologie innovative, originalità dei contenuti e design curato.

Il nostro gruppo è formato da ingegneri specializzati in tecniche SEO e da esperti in webmarketing; grazie all'esperienza acquisita siamo leader nel difendere, migliorare, promuovere la vostra reputazione online e nel posizionare il vostro sito tra i primi sui motori di ricerca.


Servizi Richiedi un preventivo

  • Home

MIGLIORARE LA REPUTAZIONE ONLINE E’ POSSIBILE

Abbiamo già descritto il problema della reputazione online in generale; qui vediamo invece nel dettaglio quali azioni è necessario intraprendere per migliorare una situazione sul web che si presenti indesiderabile. Nel caso più comune, avremo la presenza di uno o più link negativi in prima pagina, su ricerca effettuata mediante nome e cognome della persona fisica e/o nome dell’azienda. Questi link saranno, con ogni probabilità, caratterizzati da contenuti originali non particolarmente sviluppati (un singolo articolo, una singola notizia) ma apparterranno a blog e/o testate giornalistiche che potrebbero godere di un’elevata presenza di pubblico, oltre che di riferimenti e citazioni da parte di altri siti più o meno importanti. La persona fisica o azienda in questione avrà poi uno o due siti di proprietà che, nel migliore dei casi, si troveranno anch’essi in prima pagina (con chiave di ricerca nome cognome o nome azienda); questo succede più spesso se il nome dell’azienda/persona è raro (se la persona, ad esempio, non si chiama Rossi) o se la visibilità dell’azienda/persona è molto elevata nel mondo reale e, di conseguenza, sul web (personaggio famoso, azienda molto conosciuta). Entrambi questi fattori consentono infatti ai link relativi di prevalere sui concorrenti nella classifica di Google e dei motori di ricerca in generale (non dimentichiamo Bing, che sta assumendo un’importanza sempre crescente e viene anche inserito come motore di default sui nuovi Windows).

Va precisato che i link negativi non possono essere cancellati, ma solo sostituiti con link positivi creati appositamente e capaci di spingere i negativi nelle pagine più arretrate perchè ritenuti “più importanti” dal motore di ricerca; questo è possibile perchè ogni pagina può contenere un numero finito di link (tipicamente dieci, link sponsorizzati a parte).

E’ necessario a questo punto analizzare in dettaglio i fattori che determinano la classifica di Google: il primo è costituito dalla qualità dei contenuti del sito in oggetto. La valutazione della qualità di un contenuto testuale e/o visivo è un problema squisitamente semantico; dato che, ad oggi, siamo ancora lontani dalla realizzazione di veri e propri agenti intelligenti (algoritmi capaci di comprensione profonda del contesto), Google si avvale, dunque, di software che prevedono, in casi specifici, l’intervento di personale umano. Alcuni esempi dei criteri vagliati sono i seguenti:

  1. il sito contiene contenuti duplicati o ridondanti rispetto ad argomenti / parole chiave simili?
  2. il sito contiene errori di ortografia?
  3. i contenuti sono troppo brevi?
  4. le informazioni riportate sono ritenute utili?
  5. le informazioni riportate sono ritenute superficiali?
  6. le informazioni sono non originali?
  7. il sito è da considerarsi non affidabile?
  8. le pagine sono costruite in modo approssimativo?
  9. il sito contiene troppa pubblicità rispetto ai contenuti?
  10. il sito non contiene alcun contenuto non testuale?
  11. i nomi delle pagine e la struttura del sito sono ben progettati?

(riguardo al punto 1, è da rilevare che la traduzione dei contenuti in diverse lingue, se di qualità, non è considerata contenuto duplicato).

E’ facile capire che la maniera migliore per operare correttamente sia quella di creare contenuti nuovi ed autentici, di lunghezza consistente, pensati in funzione degli utenti e non dei motori di ricerca.

Un secondo importante aspetto che determina il posizionamento su Google (e sugli altri motori) è costituito dal traffico in entrata sulle singole pagine del sito, inteso sia come traffico diretto (utenti che digitano direttamente la url del sito o la cliccano dalla loro lista “preferiti”) sia come traffico “organico” (traffico proveniente da ricerche effettuate su Google, a seguito delle quali l’utente clicca sul link relativo al sito in questione). Questa suddivisione può ulteriormente delinearsi in visitatori di ritorno (coloro che hanno già visitato il sito precedentemente) e nuovi visitatori.

L’ultimo fattore in elenco (ma non assolutamente in termini di importanza) è costituito dai cosiddetti backlinks, cioè dai link, presenti su altri siti popolari, che portano al nostro sito di interesse. In questo senso, un ruolo fondamentale è svolto dai social networks (Facebook, Linkedin in primis).

Prima di poter essere posizionato in prima pagina sui motori, un determinato sito deve essere portato perlomeno ad esistere sui medesimi (anche se, per esempio, in 30-esima pagina). Questo tipo di risultato non è sempre scontato e in ogni caso si rende necessario un lavoro di ottimizzazione della struttura del sito web in funzione dei web crawlers di GOOGLE e BING.

Tale attività va svolta già durante la fase di progettazione del sito, con particolare riguardo alla struttura delle pagine, dei menù, della sitemap, in modo da facilitare la scansione dell’intero sistema da parte del motore di ricerca e privilegiare il raggiungimento delle pagine (anche escludendone alcune, per esempio quelle relative al blog del sito, se esistente, che può includere commenti con link a siti di scarso valore e dunque penalizzanti per il sito ospite).

Pure il tempo di caricamento delle pagine costituisce un fattore importante, che può influire sul posizionamento; dunque, la dimensione delle foto e dei filmati va attentamente considerata (eventualmente vanno usate delle anteprime su cui poi l’utente cliccherà per visualizzare il contenuto intero).

  

POSIZIONAMENTO E SCELTA DELLE STRINGHE DI RICERCA

Dopo l’indicizzazione, l’obiettivo successivo consiste nell'ottenere il posizionamento di un link riguardante il sito nelle prime pagine di GOOGLE e BING, con ricerca effettuata tramite determinate stringhe chiave. Tale obiettivo richiede un’azione continua, perdurante per un tempo sufficiente a “convincere” il motore di ricerca che il sito soddisfa i parametri elencati precedentemente in questo documento. Più le stringhe chiave sono generiche, più il posizionamento è complesso, dato che nei risultati di ricerca saranno presenti più competitori, ma una stringa generica è proprio ciò che verrà utilizzato da un utente che ancora non ci conosce. Si tratta, dunque, di individuare un giusto compromesso (un esempio, quando possibile, è utilizzare la stringa <professione luogo>, anziché solo <professione>).  Altro fattore di interesse è costituito dalla presenza nelle prime pagine di link a siti di una certa rilevanza (difficili da scalzare in breve tempo).

 

RUOLO DEI SOCIAL NETWORKS

Dato che sono usati da tanta gente, i social network sono pressochè essenziali e costituiscono un necessario fattore di visibilità, in quanto rendono visibile il contenuto dei siti a cui sono legati, non solo ai vostri followers, ma anche ai loro amici e conoscenti. Inoltre, con le campagne a pagamento, è possibile raggiungere audience specifica non direttamente collegata al vostro gruppo di conoscenti (pubblicità in funzione del contesto).

Vanno dunque create delle pagine su Facebook e Linkedin riguardanti la vostra attività che poi rimandano ai vostri siti. Tali pagine vanno promosse sia con strategie standard che mediante campagne di sponsorizzazione a pagamento (offerte dai social stessi) opportunamente strutturate.

 

INTEGRAZIONE SITO WEB - SOCIAL NETWORKS

Le pagine possono essere anche gestite in maniera automatica mediante un software apposito istallato sul vostro sito web: tale software creeerà automaticamente dei post e li inserirà sui vostri profili social, a partire dalle notizie contenute nella sezione “news” che verrà creata sul sito. Tale sezione del sito sarà dotata di accesso mediante password ed interfaccia amichevole stile Word. Sarà ovviamente possibile inserire post manualmente direttamente sui social.

 

Dicono di Noi

Testimonianze

Ing. Luigi Abate

Ho avuto modo di apprezzare la professionalità della new life nella persona dell'ingegner Fuscaldi, che ha interpretato in maniera eccellente le mie necessità nell'ambito del web.

ex Consigliere Regione Lazio

Rating:               

JURISADVISER

Newlife srls è una società di servizi ICT molto dinamica, professionale ed attenta alle specifiche esigenze della clientela. Sia nei servizi di posizionamento (SEO) che nella gestione della reputazione on-line, Newlife srls si è sempre dimostrata all'altezza delle aspettative dei clienti del mio studio legale, fornendo prestazioni di alta qualità a prezzi concorrenziali. Questa è la principale ragione per cui sono diventati miei partner nei servizi ICT.

Rating:               

Osteopata

Ho avuto modo di contattare la NewLife tramite un amico, per la realizzazione del mio sito di osteopatia. Ho potuto constatare un notevole livello di professionalità, competenza e inoltre grande comprensione e condivisione delle mie esigenze, oltre alla tempestività nella risoluzione delle problematiche. 
Complimenti e ringraziamenti alla NewLife 

Rating:               

 

 

 

Posizionamento sui motori di ricerca Vs Campagna Google Adwords

La campagna Google Adwords è senz'altro un'ottima strategia per ottenere nuovi clienti. Ma che differenza c'è tra chi utilizza Google Adwords (un servizio a pagamento) e chi invece viene posizionato automaticamente da Google in prima pagina?

Chi usufruisce delle campagne Google Adwords sta pagando un servizio ad asta su Google, abilitato per un determinato set di keywords (è una semplificazione estrema, ma pertinente). Il suo annuncio, oltre ad essere visibile sulle prime pagine del motore, viene visto anche in tutti i siti che pubblicano gli annunci, tematici, di Google (Google Adsense). In sostanza (e volendo ridurre il concetto all'osso) chi paga di più, risulterà primo.

Il sito che invece viene posizionato automaticamente nelle prime pagine dei motori, sia grazie all'ottimizzazione SEO, sia, sopratutto, grazie alla presenza degli utenti, viene immediatamente riconosciuto dai probabili clienti come accreditato e attendibile in quanto è il motore stesso che genera un classifica dei migliori risultati, basandosi su criteri di puro merito e non su budget investiti più o meno corposi.

Tali siti vengono frequentati già quando si trovano in pagine diverse dalla prima e in genere sono citati da altri siti e portali importanti, in grado di portare parecchio traffico. Questo può avvenire per vari motivi, tra cui la particolare valenza del prodotto, i contenuti di qualità, un nome di dominio appropriato e una sana azione da parte del professionista SEO a cui l'imprenditore si è affidato, azione che non può essere sporadica ma che, al contrario, deve essere continua nei mesi e puntuale.

Quando si parla di reputazione online si intende proprio la reputazione che gli stessi motori generano spontaneamente per un determinato sito. Va detto che implementare una campagna Adwords, magari molto costosa, sicuramente aiuta ma questa non determina la nostra reputazione, la percezione che gli utenti hanno di noi.

Il primo pensiero per gli utenti smart sarà sempre: "Gli annunci sono visibili più perchè hanno pagato, piuttosto che per la bontà del prodotto." La reputazione online invece si costruisce nel tempo, utilizzando tecniche di indicizzazione e ottimizzando il sito per i motori di ricerca che ogni giorno aggiornano i loro algoritmi per restituire risultati sempre più attinenti agli interessi dell'utente.

La Newlife è stata creata da esperti e da ingegneri con esperienze pluriennali sia nell'ambito SEO che in quello delle campagne AdWords, oltre che nel settore dell'informatica orientata al web; il patrimonio di professionalità che queste persone hanno costituito è stato sviluppato in anni di successi con aziende e persone fisiche, Vip e partiti politici di rilevanza nazionale.

 

 

 

 

Studiare e Capire il Traffico Internet

Come migliorare il posizionamento sui motori e migliorare la reputazione online

traffico webUno degli aspetti da considerare per lo studio del posizionamento sui motori di ricerca e della relativa reputazione online è l'analisi del traffico.

Esistono due tipologie di traffico, quello diretto e quello organico; per traffico diretto si intende tutto il traffico generato inserendo nella barra indirizzi del browser l'indirizzo esatto della pagina web che si vuole visitare, mentre il traffico organico è quello generato dalle ricerche effettuate tramite Google e gli altri motori (quindi associato a una o più chiavi di ricerca).

Spesso si sente parlare di traffico qualificato, proposto tramite servizi a pagamento che vengono offerti per migliorare le vendite sui siti di e-commerce. Per traffico qualificato si intende tutto il traffico generato da persone che vengono selezionate in base a interessi di categorie di prodotti.

Naturalmente il miglior traffico è quello organico, cioè quello generato dai motori di ricerca. Per aumentare il nostro posizionamento, oltre alle consuete tecniche SEO e contenuti ad alta qualità (in primis originali e ben strutturati semanticamente) è importante ricevere un numero elevato di visite.

Oggi esistono vari strumenti per analizzare il traffico web. Molti sono gratuiti; tra questi, uno dei più potenti è Google Analytics.

Uno studio metodico ed accurato del traffico permette di capire se le tecniche SEO adottate hanno un reale impatto sul nostro posizionamento: per quali parole chiave siamo stati indicizzati, quali articoli sono considerati importanti, cioè, in generale, come i motori di ricerca reagiscono alle azioni intraprese.  Per questo, Newlife è andata oltre il semplice utilizzo di Google Analytics, sviluppando e testando, in due anni di costante lavoro e ricerca, un proprio software di analisi che permette di ottenere risultati di assoluto rilievo.

 

Altri articoli...

Bookmakers bonuses with gbetting.co.uk click here

ONLINE REPUTATION

Il tuo biglietto da visita sulla rete

Partners

NewLife srls
sede legale: Via Boncompagni, 93 - 00187  Roma
P.IVA/C.F.  12750221009 -  REA 1397633

I cookie ci permettono di offrire i nostri servizi . Utilizzando i nostri servizi , l'utente accetta di utilizzare i cookie Maggiori informazioni